mercoledì 18 settembre 2019

PULIAMO IL MONDO 2019

Puliamo il mondo dai rifiuti abbandonati prima che sia troppo tardi! Tutti possiamo dare una mano. Unisciti a noi sabato 21 settembre ore 10.00 presso l'area del Bosco di Busseto, l'unico bosco urbano senese! Mi raccomando: abbigliamento adeguato, guanti e scarpe chiuse! 
     L'area è protagonista di RIGENERAR_SI  
                      progetto di riqualificazione delle valli verdi senesi .                                   
Per saperne di più visita https://www.rigenerarsi.eu/wp/
   

sabato 3 agosto 2019

Comunicato sul tema plastiche a Siena





PLASTICA: TUTTI DOBBIAMO DARE IL NOSTRO CONTRIBUTO – TANTE GOCCE POSSONO FARE UN MARE (anche a SIENA)
Nell’ultima settimana il tema della lotta all’inquinamento provocato dalle plastiche è stato oggetto di varie iniziative. Ne ricordiamo solo alcune:
-la Camera dei Deputati ha messo al bando i contenitori per l’acqua in plastica, passando al vetro;
-il Comune di Pontedera ha inaugurato il nuovo allestimento delle sedute del suo stadio di calcio, realizzate interamente in plastiche derivanti da riciclaggio;
-sulla stampa locale è uscito un articolo dove si evidenziava il fatto che due contrade (Selva e Drago) stavano adottando soluzioni per diminuire il consumo di plastiche non biodegradabili nelle proprie feste.
A fronte di tutto questo (e di molte altre iniziative che si stano sviluppando in Toscana e nel mondo) appare in forte contraddizione la recente decisione del Consiglio Comunale di bocciare una mozione finalizzata ad impegnare l’ente ad una riduzione nell’uso delle plastiche.
Legambiente Siena non comprende il significato di questa decisione, e rinnova la sua volontà e disponibilità ad impegnarsi affinchè nel territorio Senese questo problema venga affrontato concretamente. In questo impegno è certa di interpretare una vasta parte dell’opinione pubblica, a cui va data presto una risposta.

Circolo Legambiente Siena

domenica 7 aprile 2019

Domenica 14 aprile 2019 è la Marcia STOP Pesticidi! 

 

Marcia nel Chianti Senese da Radda in Chianti a Gaiole in chianti, partenza alle ore 14.00

In Europa si consumano 400.000 TONNELLATE di pesticidi all’anno. L'Italia è al terzo posto in Europa per consumo di sostanze chimiche in agricoltura. I residui di queste sostanze si concentrano nell’ambiente e nei nostri piatti: il 67% delle acque superficiali, il 33% delle acque sotterranee, il 66% della frutta e il 40% degli ortaggi che mangiamo risultano contaminati!

I rischi per l’ambiente e la biodiversità sono molteplici e ancora non del tutto conosciuti, mentre molti studi hanno ormai accertato conseguenze per la salute umana dall’esposizione “cronica” ai pesticidi, ovvero all’esposizione a dosi piccole e prolungate nel tempo, spesso con interazione di diversi principi attivi, rilevando un aumento dell’incidenza di vari tipi di tumori (cerebrali, alla mammella, al pancreas, ai testicoli, al polmone, sarcomi, leucemie, linfomi non Hodgkin e mielosi) e di malattie neurodegenerative come Parkinson e Alzheimer.
L’inquinamento degli alimenti è un problema sempre più concreto, che – oltre ai lavoratori direttamente esposti e a chi vive accanto ai campi trattati – colpisce soprattutto i più piccoli. Alcune sostanze possono infatti arrivare al feto attraversando la placenta mentre i lattanti assorbono fitofarmaci attraverso il latte materno.
Per combattere la distruzione dell'ambiente e della biodiversità, per combattere il pericolo che incombe sulla salute di tutta la popolazione il 14 Aprile non mancare, facciamo sentire la nostra voce!

Il cambiamento siamo noi. Smettiamo di comprare cibo industriale. Compriamo prodotti biologici e locali, favoriamo le aziende che non usano pesticidi. La natura e i nostri figli ci ringrazieranno.
Con il patrocinio dei Comuni di Radda in Chianti e Gaiole in Chianti
PROGRAMMA

h 14.00 Ritrovo presso i giardini pubblici di Radda in Chianti e partenza della marcia per circa 9 km lungo strade asfaltate e sterrate con il seguente percorso: Radda - La Villa - Vistarenni - San Donato in Perano - Vertine - Gaiole in Chianti.

h 17.30 Arrivo in piazza a Gaiole con l’accompagnamento di Bandão e interventi delle associazioni partecipanti.
Dopo la marcia sarà garantito un servizio navetta gratuito da Gaiole a Radda per il ritorno.
>>> Su prenotazione (tel. 3479811892 Nola o 3402183813 Gaia) e con un contributo minimo di 2 euro sarà inoltre disponibile un collegamento via bus da Siena a Radda in Chianti (ritrovo a Siena, al parcheggio Acqua Calda, alle 13.15) e ritorno in serata.
Il WWF è impegnato a livello europeo sulla riforma della PAC post 2020, la Politica Agricola Comune che impegna il 38% del bilancio comunitario. In Italia il WWF fa parte di un’ampia Coalizione di Associazioni #CambiamoAgricoltura che si è attivata in occasione della consultazione pubblica sulla PAC promossa dalla Commissione Europea nel 2017.
www.cambiamoagricoltura.it

www.goodfoodgoodfarming.eu >>> SOSTIENI CON UNA DONAZIONE LE SPESE PER L'EVENTO!
Promosso ed organizzato da: WWF Siena, Legambiente Siena, ISDE - Medici per l'Ambiente Siena, CAI Sez. di Siena, Bioditretto di San Gimignano, Biodistretto del Chianti
Con l'adesione di: AIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica), Slow Food Siena, Officina Solidale, Dive, La Comune di Bagnaia, Bandão, Fridays for Future Siena, FIAB Siena, Gruppo Archeologico SALINGOLPE, TiraVENTO, Anima Terra, Comitato Difensori della Toscana, GAS Il Melograno, Circolo per la Decrescita Felice del Chianti.
#StoPesticidi


sabato 16 marzo 2019

PULIAMO LA MONTAGNOLA

Domenica 31 marzo, torna il tradizionale appuntamento d’inizio primavera con l’uscita “Puliamo la Montagnola”. Una giornata dedicata alla riscoperta e alla cura dell’ambiente e del territorio, promossa dalla Commissione TAM di CAI SIENA insieme al Circolo Legambiente, WWF e quest’anno anche con la collaborazione dei ragazzi dell’Associazione Le Bollicine, gli Amici della bicicletta e Fridays for Future Siena. 
L ’edizione del 2019 torna nella sua sede originale presso il Bosco di Lecceto con il ritrovo alle ore 9.00 presso il parcheggio della “zona bracieri”